La Pescheria Catania

 
L’Osteria Antica Marina sorge nel cuore del centro storico della cittadina siciliana, precisamente ne La Pescheria di Catania. Qui, un po’ all’aperto e un po’ al coperto, ogni giorno, sin dalla fine dell’800, è possibile vendere ed acquistare dell’ottimo pesce fresco e non solo.

Nella Pescheria il tempo sembra essersi fermato e l’antica arte del mercanteggiare si svolge con la stessa enfasi da secoli. Chiamarlo semplicemente mercato del pesce, però, appare quanto mai riduttivo: a’ piscaria, com’è chiamata dai catanesi, è un racconto, un’esperienza multisensoriale: un insieme piacevolmente caotico di suoni, rumori, odori e colori.

La Pescheria si anima già alle prime luci dell’alba, quando i pescivendoli cominciano ad esporre la loro mercanzia sulle balate di marmo: polpi, ricciole, pesce spada, tonni, merluzzi, dentici, vongole, gamberi e aragoste freschissime frutto della precedente pesca notturna spiccano per i loro colori brillanti. Poco dopo ecco sopraggiungere i primi clienti alla ricerca del pesce migliore al prezzo più vantaggioso. A far da contorno alle trattative e agli acquisti gli antichi edifici che costeggiano le viuzze del centro storico, scuri poiché costruiti con la tradizionale pietra lavica. A riempire l’aria l’odore del mare e del pesce fresco che, in alcuni punti, si mescola al profumo del pane appena sfornato dai panifici della zona.

I pescatori urlanti, appena scesi dalle loro barche, sono i veri protagonisti di quello che può essere definito un vero e proprio evento sociale. Con le loro abbanniate, il termine usato per definire le loro urla, accolgono i clienti abituali e i visitatori accompagnando i primi durante le compere giornaliere ed i secondi nel loro itinerario turistico. Storico luogo di incontro per tutta la comunità, a’ piscaria è infatti diventata anche una tappa obbligatoria per i turisti che desiderano scoprire la vera essenza della città barocca. Il mercato, infatti, si trova proprio alle spalle del Duomo di Catania oltre che a pochi passi dalla statua del famosissimo elefante, il Liotro e dalla fontana dell’Amenano, il fiume che scorre sotto Catania.